che bello ascoltare un libro!
(Jane Austen Ragione e sentimento)

12 ottobre 2014

Ci sono momenti in cui la testa è in modalità output, i pensieri vanno da dentro a fuori, il lavoro che mangia ossigeno. Non c’è spazio per gli input, nemmeno leggere un libro. Ma l’addiction al piacere della lettura chiede soddisfazione, e allora tiro fuori un audiolibro. Jane Austen, Ragione e sentimento letto da Paola Cortellesi (Emons Audiolibri). In macchina, andata e ritorno dal lavoro, 20+20 minuti di sacro rapimento. Ascolto-una-storia-letta-ad-alta-voce. Una magia che solo nell’infanzia è data, e non a tutti.

È un romanzo che mi ha appassionata già due volte, in una pessima traduzione Bur (che sconsiglio) e in lingua originale (che consiglio perché non è affatto difficile, quindi niente soggezione inutili), e che mi cattura di nuovo (è un perfetto antidoto allo stress da traffico: non m’importa trovarmi in cosa al semaforo, anzi…!).
Però, a differenza di Orgoglio e pregiudizio e a differenza delle precedenti letture, stavolta lo trovo antichissimo. Restano universali i caratteri di Elinor e Marianne, l’indole pacata razionale riflessiva contro la sanguigna e avventata. Ma c’è in quelle esistenze nullafacenti e lungoparlanti, in quel nomadismo ospitale di casa in casa, nei destini giocati sulle rendite vitalizie, qualcosa di assolutamente alieno, di irrevocabilmente storico.
E proprio questa consapevolezza ne rende speciale un’altra: in quell’era tanto distante dalla nostra esisteva una capacità di parlare dei sentimenti, di mettere in comune esperienze sostanziali come l’innamoramento, la gelosia, il risentimento in un modo così schietto da farci impallidire.
Noi che abbiamo spettacolarizzato il privato incoronando la lacrima a regina dello show, ospite d’onore nel tinello con la tivù accesa, non abbiamo, al confronto di quelle ragazzette di tre secoli addietro, la più pallida capacità di analizzare e condividere ciò che proviamo.
Ragione e sentimento, letto oggi, è la lezione più efficace e concreta di un concetto che abbiamo ripetuto così tanto e male da svuotarlo: saper ascoltare, riconoscere e accettare le emozioni.

P.S. Avete mai provato ad ascolare un audiolibro? Non è bellissimo?

Scritto da: Francesca Magni

Post letto 827 volte
Tags: , , , ,

6 commenti a “che bello ascoltare un libro!
(Jane Austen Ragione e sentimento)”


Scrivi un commento



*




Segui questo link per ricevere nuovi post dal blog!