Qui presento Il bambino che disegnava parole
(e ogni volta è una storia diversa…)

16 gennaio 2018
Avete ragione, pecco di monotonia, ma cosa devo fare, ogni volta è diversa. E ogni volta ho più paura… 😉 Ma non posso tirarmi indietro: in ogni presentazione, qualcosa di nuovo rotola fuori dalla storia, dal libro, dalla nostra vicenda familiare e da me… Quando sarà rotolato fuori tutto, be’ vi lascerò in pace (e da qualche parte mi toccherà ricominciare).
Ma dicevo: le prossime 3 presentazioni di Il bambino che disegnava parole.


Schermata 2018-01-16 alle 22.03.51
DOMENICA 21 GENNAIO ore 11 – alla Libreria Centofiori (piazzale Dateo, Milano) a chiacchierare con me ci sarà Lello Gurrado, scrittore che ammiro sconfinatamente per una cosa che a me manca del tutto: l’arte del colpo di scena! Poi ci sarà Stefano Grignani, straordinario attore dislessico (chi ha visto “Ci ho le sillabe girate” lo conosce, è quello con la barba) che leggerà alcuni passi del libro abbastanza lunghi da permettermi di parlare poco 😉 E infine Elisa Sargenti, dolcissima maestra di arpa di mia figlia: è grazie a lei se l’arpa è stata la colonna sonora di questi anni nei quali sono successe le cose che hanno ispirato il romanzo…

Schermata 2018-01-16 alle 22.03.08
DOMENICA 28 GENNAIO ore 18 – presso il Ruolo Terapeutico (via G. Milani 12, Milano) oltre alla mia trascurabile presenza, ci sarà Filippo, colui che ha ispirato il personaggio di Teo, il figlio dislessico e un po’ filosofo che dialogherà con Annalisa Locardi, sua ex insegnante di lettere nonché personaggio chiave nella vicenda reale. Confesso qualche tremore… Quando di recente lei gli ha chiesto che ricordo lui avesse del loro primo incontro a scuola, Filippo ha risposto: “Nessuno, ero troppo impegnato a cercare di non farmi vedere”.

Schermata 2018-01-16 alle 22.02.50
VENERDI’ 2 FEBBRAIO ore 21 – nella Sala Consiliare di Gessate (via Badia) tutto comincerà con una sorpresa che naturalmente non posso dire, e musica, parole e alla fine dolci fatti in casa e qualcosa di buono da bere. C’è un’associazione genitori, a Gessate, appassionata e piena di energie, e già devo un grazie a Anna de Cato, che darà voce al libro, ad Augusta Brambilla che mi guiderà nelle chiacchiere, e a Fabiana Putzolu che è già un po’ il mio angelo custode.

 

Post letto 199 volte
Tags: , ,


Scrivi un commento



*


Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.



Segui questo link per ricevere nuovi post dal blog!