dolori senza ferite
(Susanna Bonati Decio
A mia madre nonostante tutto)

14 febbraio 2011
Tempo di lettura: 1 minuto

Susanna Bonati Decio, A mia madre (nonostante tutto) (Albatros Il Filo, 2010, € 15,50) «Ci sono ferite senza dolori e dolori senza ferite […]. Non sempre le ferite sanguinano; e quando non lo fanno, pare che l’assenza di teatralità non riesca ad attrarre sguardi e attenzioni pronti. Ma come? Se non ci sono rivoli di sangue rosso vermiglio e squarci da cucire non ci sono danni? Ma chi l’ha detto? […] Osservate, ascoltate e apritevi al mondo, gente. Perché le persone stanno male anche senza urlare e ridono con la morte dentro» (pag. 196-197). L’autrice scrive di una madre, la sua, distante e incostante, che l’ha resa una bimba incapace di chiedere aiuto, piena di ferite senza sangue. Personalmente mi sono trovata moltissimo nelle sue parole e nella sua difficile storia di figlia; ma ciò che trovo interessante in modo universale, e per cui ho scelto di parlare di questo libro, è che le sue parole si adattano a milioni di storie diverse. Probabilmente un po’ anche alle vostre.

Post letto 625 volte
Tags: , , ,

10 commenti a “dolori senza ferite
(Susanna Bonati Decio
A mia madre nonostante tutto)”


Scrivi un commento



*




Segui questo link per ricevere nuovi post dal blog!