dialogo con… la pagina nera
(Kinotoriko Tenera è la morte)

14 gennaio 2011
Tempo di lettura: 1 minuto

Kinotoriko, Tenera è la morte (Salani, 2010, € 11,00, traduzione di Francesco Lato e Valentina Paggi). Una pagina bianca, a sinistra. Una pagina nera, a destra. Nella pagina bianca, un Ragazza rientra a casa, è stanca di combattere, «…ho deciso di morire» dice fra sé mentre va a farsi una doccia. Nella pagina nera compare la Morte. La Ragazza esce dalla doccia, e comincia a dialogare con lei. Pagine bianche e nere si susseguono in un paradosso in cui la Ragazza nel bianco vuole la morte e la Morte nel nero le insegna la vita. Questo libro ha disegni essenziali, poche parole e un’idea geniale: raccontare il desiderio di  smettere di esistere, desiderio che prima o poi prende tutti, a tutte le età. E la Morte è straordinariamente saggia. Alla Ragazza che dice di non vedere il senso della vita, risponde «cerchiamolo insieme. Prima di tutto non sei sola. Io sono sempre accanto a te». E così è finché la ragazza si addormenta.

Toriko Kino e nata a Tokyo, dove vive dopo essere stata a lungo in Australia. Ha studiato letteratura inglese e americana e, per corrispondenza, ha studiato grafica. Il talento di calare l’essenza nell’illustrazione è lo stesso del suo popolo, che ha inventato i manga e l’arte di raccontare senza (o con pochissime) parole.

Post letto 199 volte
Tags: , , ,


Scrivi un commento



*


Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.



Segui questo link per ricevere nuovi post dal blog!