l’arte “ingenua” di Séraphine: storia e follie
di una pittrice

14 gennaio 2011
Scritto da: Maria Fantini

Françoise Cloarec, Séraphine (Archinto, 2010, € 12,00). Per Arte naïf (dal francese naïf, ossia “ingenuo”) si intende l’arte creata da artisti che non hanno frequentato accademie o scuole. È caratterizzata da semplicità ed innocenza. È in questo “quadro” che si inserisce l’arte pittorica di Séraphine de Senlis (1864-1942). Grande talento naturale, estrema sensibilità e forte ispirazione visionaria accendono le sue tele floreali che colorano la sua triste e povera vita di domestica. Fino al ricovero in manicomio dove si rifiuterà di riprendere in mano i pennelli. Un ritratto fedele di una timida e semplice donna che con le sue opere oggi si ritaglia un angolino nei più importanti musei del mondo.

Post letto 186 volte
Tags: , , , , ,


Scrivi un commento



*




Segui questo link per ricevere nuovi post dal blog!