muri che crollano
versi tratti da 100 poesie dalla DDR

11 novembre 2010

Tempo di lettura: 30 secondi

Quando l’abbiamo abbattuto, non sapevamo

quanto era alto

dentro di noi

C’eravamo abituati

a quell’orizzonte

E all’assenza di vento

Alla sua ombra nessuno

faceva ombra

Ormai siamo qui

senza più scuse.

100 poesie della DDR (Isbn Edizioni, 2010, € 19,00).

Questa poesia di intitola Il Muro, l’ha scritta nel 1990 Reiner Kunze, poeta che fuggì dalla ex Repubblica democratica tedesca. Parla del muro di Berlino, crollato il 9 novembre 1989. E dei muri che crollano dentro di noi:una paura vinta, un sentimento perso o trovato, una verità ammessa a noi stessi, un’idea superata, una dipendenza scrollata via. Buttato giù un muro, siamo nuovi. E non abbiamo più scuse.

Pubblicato su: Donna Moderna n. 46, 2010

Post letto 1202 volte
Tags: , , ,


Scrivi un commento



*




Segui questo link per ricevere nuovi post dal blog!