una commedia per chi non sa di credere nei fantasmi
(Daniela Mattalia La perfezione non è di questo mondo)

23 luglio 2017

www.lettofranoi.it

Scritto da: Francesca Magni

Daniela Mattalia La perfezione non è di questo mondo (Feltrinelli, 2017 € 15, pp. 169).
In un fazzoletto di Torino fra il parco del Valentino e l’ospedale Molinette, va in scena questa commedia che mi ha fatto pensare a una partita a dama. Di qua i vecchi di lì i giovani. Di qua Adriano, ottantenne vedovo da poco della sua Giulietta, e Olga, 75enne che finisce all’ospedale per una gamba rotta; di là Fausto, illustratore precario con fidanzata troppo perfetta e cane di nome Archibald, e Gemma, libraia trentenne che nel tempo libero presta la sua voce a un telefono amico per anziani. Ai personaggi, schierati sulla scacchiera per fasi della vita, accade qualcosa più che di sfiorarsi (bellissima la scena in cui Gemma e Fausto portano al ristorante il vecchio Adriano), le loro storie si intrecciano con meccanismo impeccabile e tutto succede per ragioni di copione: perché questa è una favola ben congegnata che si legge come a guardarla al cinema. Ma dentro c’è un ingrediente speciale, che non è un di più né un contorno, ma il nocciolo di tutto. Ci sono i fantasmi. Continua a leggere »

commenta »

‘Storia di una dislessia’ diventa un libro!

11 luglio 2017

Tutto è cominciato un anno fa. Una mattina di prima estate, una telefonata. Ci è piaciuto quello che hai raccontato sul blog, la storia di tuo figlio. La dislessia? Sì, quella. Ti andrebbe di farne un romanzo? Be’, in realtà la domanda non è arrivata così diretta. La persona che mi chiamava da una casa editrice aveva capito quanta sofferenza fosse acquattata in quelle righe sul blog. Una crisi ancora in corso. Perciò lo ha chiesto con delicatezza, come bussando a una finestra a pianoterra dalle cui tende trapeli un momento di intimità familiare. Ho spostato la tenda, ho aperto la finestra, ho annusato l’aria d’estate che entrava, ho guardato negli occhi la sconosciuta e ho detto: Perché no? Continua a leggere »

6 commenti »

Torna Modus Legendi! Scopri cos’è

15 febbraio 2017

La maratona è iniziata e io sono in ritardo. Ma il bello di questa maratona è che ti puoi aggiungere fino all’ultimo minuto che, nello specifico, è fino all’ora di chiusura delle librerie il giorno 18 febbraio. La maratona è Modus Legendi: una iniziativa intelligente per far conoscere libri di valore editi da piccole case editrici che non hanno la forza di farli finire nelle vetrine delle grandi librerie (e in classifica).
Funziona così: una giuria di qualità sceglie una cinquina di libri, stende una scheda per ognuno e li sottopone al voto dei lettori dei social e del web che devono scegliere il loro preferito in base alla scheda. Se l’hanno letto, bene, ma non è richiesto perché il libro più votato parteciperà poi alla maratona, quella in corso ora, appunto. Continua a leggere »

1 commento »

Odore di neve ghiacciata e pietra focaia…
(Paolo Cognetti Le otto montagne)

19 dicembre 2016

Paolo Cognetti, Le otto montagne, Einaudi

Paolo Cognetti Le otto montagne (Einaudi €18,50, pp. 208).
Pietro è nato a Milano da genitori montanari che d’estate curano la nostalgia delle origini in un paesino sotto il Monte Rosa; lì Pietro diventa amico di Bruno, montanaro per nascita e per destino. È la storia di due amici e una montagna, ha detto Paolo Cognetti. Indubitabile. Poi, a leggerlo, esce molto di più.   Continua a leggere »

commenta »

Storia di una dislessia
PREMESSA

10 ottobre 2016
di Francesca Magni

Sembra sia di moda, perché se ne è parlato moltissimo in questi ultimi cinque o sei anni. Chi non è toccato dal problema (o così crede), se ne disinteressa e alza le spalle con fastidio: dislessia, che noia, possibile che ormai siano tutti dislessici? possibile non si parli d’altro? Ho alzato anch’io le spalle con noia prima di sapere di avere un figlio dislessico. Continua a leggere »

4 commenti »

Francia in bici / six cents

16 agosto 2016

IMG_2826

DAL MEDITERRANEO ALLA DUNA SULL’OCEANO
Ultima colazione a Bordeaux in un’antica pasticceria che vende solo macarons e canelets, dei mini budini solidi con cannella e un tocco di rum tipici proprio di Bordeaux, così buoni che danno dipendenza. Seduti su poltrone rosse ai tavolini rossi con una commessa in rosso che sembra una hostess, salutiamo questa bella città in cui siamo tornati tre volte e in cui ormai ci sentiamo a casa. È il momento dei riepiloghi e dei ricordi. Continua a leggere »

1 commento »

Francia in bici / la via dei due mari

13 agosto 2016

image

DA HOMPS A NARBONNE + PORT LA NOUVELLE 64 km
Ognuno sta sulla bicicletta con il suo stile, sostengono i miei figli, è un po’ come l’andatura quando si cammina. Il papà ha un assetto sportivo, da competizione; la 12enne ha l’aria di una che passeggia, ma macina chilometri in scioltezza con pedalata precisa e regolare; il 14enne sta sulla bici come nella vita, facendo un gran casino: in piedi, sgommando, impennando, seduto sul portapacchi, zigzagando e spesso cadendo. E io… be’, dicono loro, sto abbarbicata alla bici come se facessi il gran premio della montagna. Continua a leggere »

commenta »

Francia in bici / tre fortune

12 agosto 2016

image

DA CARCASSONNE A HOMPS (59 km tappa con deviazione).
Come intitoliamo questa giornata? Siamo seduti in una brasserie all’aperto vista canale, i soliti chilometri nelle gambe, ma oggi siamo più provati. Malocchio, risponde Filippo. Una serie di sfortunati eventi, dice Costanza. Poteva andare peggio, suggerisce Luigi. Ecco la storia. Continua a leggere »

1 commento »

Francia in bici / Carcassonne… è un gioco

11 agosto 2016

image

DA CASTELNAUDARY A CARCASSONNE 40 km
La sera a Castelnaudary godiamo della luce rossa del tramonto sul bacino d’acqua, quella luce che fa le foto bellissime. Qualche autoscatto tutti insieme in attesa del ristorante e Luigi che, come sempre, racconta una storia. Stavolta è quella della Legione Straniera, l’esercito volontario francese famoso per le comiche di Stanlio e Ollio, che ancora oggi raccoglie ragazzi da tutto il mondo che vogliano rifarsi una vita e magari un’identità (dopo 5 anni di servizio nella Legione si può persino cambiare nome oltre ad avere cittadinanza francese) e li sottopone ad addestramento durissimo proprio qui, a Castelnaudary.

Continua a leggere »

commenta »

Francia in bici / ruota a terra

10 agosto 2016

image

DA BAZIÈGE A CASTELNAUDARY – 59 km
Ristorati dalla giornata a chilometri zero trascorsa a Baziège (anche il malato si è miracolosamente ripreso), discendiamo dalle colline di girasoli e riprendiamo il canale. Mi sono mancati i suoi platani curvi che sembrano un abbraccio e le schegge di sole sull’acqua verde. È un paesaggio riposante che dà dipendenza. Continua a leggere »

commenta »