quale vita è degna di essere vissuta?
(John Williams Stoner)

22 luglio 2013

John Williams Stoner (Fazi, 2012, traduzione di Stefano Tummolini, € 17,50, pp. 332). «William Stoner si iscrisse all’Università del Missouri nel 1910, all’età di diciannove anni. Otto anni dopo, al culmine della prima guerra mondiale, gli fu conferito il dottorato in filosofia e ottenne un incarico presso la stessa università , dove restò a insegnare fino alla sua morte, nel 1956». L’incipit di questo romanzo è anche la sua sintesi. È la storia storia ordinaria di un uomo ordinario, eppure si legge con famelica passione e se ne resta segnati in modo indelebile.
La vita di Stoner è marchiata dalle sue origini (figlio di contadini che approda all’università per caso, facoltà di agraria, finisce per laurearsi in letteratura e diventare professore).
È piegata da un matrimonio frettoloso e superficiale (la moglie Edith è di una freddezza quasi luciferina e i suoi comportamenti sottilmente vessatori rasentano la crudeltà).
È definitivamente scolpita da una natura incline alla resilienza più che alla lotta (Stoner si adatta alle angherie della moglie e allo stesso modo a quelle del suo superiore all’università, che finisce per distruggergli la vita accademica).
È deprivata degli affetti importanti da una debolezza mista a pigrizia (Stoner non trova il modo di coltivare appieno il rapporto con la figlia, che pure ama moltissimo).
È risarcita da un’unica passione, vissuta in quell’età in cui si è capito già troppo della vita per potersi illudere ancora (il sentimento per Katherine Driskoll, sua allieva).
Non è facile dire perché una storia del genere desti e abbia destato nel pubblico americano (uscì per la prima volta nel 1965 e fu subito un caso) una tale passione. Io so che l’ho letto come assetata e ne sentivo la mancanza in ogni pausa. Forse è perché non è un romanzo che dà risposte ma che ne pone. Una, in particolare. La più essenziale: qual è una vita davvero degna di essere vissuta?

Scritto da: Francesca Magni

Post letto 2038 volte
Tags: , ,

3 commenti a “quale vita è degna di essere vissuta?
(John Williams Stoner)”


Scrivi un commento



*




Segui questo link per ricevere nuovi post dal blog!