Storia di una dislessia
PREMESSA

10 ottobre 2016
di Francesca Magni

Sembra sia di moda, perché se ne è parlato moltissimo in questi ultimi cinque o sei anni. Chi non è toccato dal problema (o così crede), se ne disinteressa e alza le spalle con fastidio: dislessia, che noia, possibile che ormai siano tutti dislessici? possibile non si parli d’altro? Ho alzato anch’io le spalle con noia prima di sapere di avere un figlio dislessico. Continua a leggere »

4 commenti »

Francia in bici / six cents

16 agosto 2016

IMG_2826

DAL MEDITERRANEO ALLA DUNA SULL’OCEANO
Ultima colazione a Bordeaux in un’antica pasticceria che vende solo macarons e canelets, dei mini budini solidi con cannella e un tocco di rum tipici proprio di Bordeaux, così buoni che danno dipendenza. Seduti su poltrone rosse ai tavolini rossi con una commessa in rosso che sembra una hostess, salutiamo questa bella città in cui siamo tornati tre volte e in cui ormai ci sentiamo a casa. È il momento dei riepiloghi e dei ricordi. Continua a leggere »

1 commento »

Francia in bici / la via dei due mari

13 agosto 2016

image

DA HOMPS A NARBONNE + PORT LA NOUVELLE 64 km
Ognuno sta sulla bicicletta con il suo stile, sostengono i miei figli, è un po’ come l’andatura quando si cammina. Il papà ha un assetto sportivo, da competizione; la 12enne ha l’aria di una che passeggia, ma macina chilometri in scioltezza con pedalata precisa e regolare; il 14enne sta sulla bici come nella vita, facendo un gran casino: in piedi, sgommando, impennando, seduto sul portapacchi, zigzagando e spesso cadendo. E io… be’, dicono loro, sto abbarbicata alla bici come se facessi il gran premio della montagna. Continua a leggere »

commenta »

Francia in bici / tre fortune

12 agosto 2016

image

DA CARCASSONNE A HOMPS (59 km tappa con deviazione).
Come intitoliamo questa giornata? Siamo seduti in una brasserie all’aperto vista canale, i soliti chilometri nelle gambe, ma oggi siamo più provati. Malocchio, risponde Filippo. Una serie di sfortunati eventi, dice Costanza. Poteva andare peggio, suggerisce Luigi. Ecco la storia. Continua a leggere »

1 commento »

Francia in bici / Carcassonne… è un gioco

11 agosto 2016

image

DA CASTELNAUDARY A CARCASSONNE 40 km
La sera a Castelnaudary godiamo della luce rossa del tramonto sul bacino d’acqua, quella luce che fa le foto bellissime. Qualche autoscatto tutti insieme in attesa del ristorante e Luigi che, come sempre, racconta una storia. Stavolta è quella della Legione Straniera, l’esercito volontario francese famoso per le comiche di Stanlio e Ollio, che ancora oggi raccoglie ragazzi da tutto il mondo che vogliano rifarsi una vita e magari un’identità (dopo 5 anni di servizio nella Legione si può persino cambiare nome oltre ad avere cittadinanza francese) e li sottopone ad addestramento durissimo proprio qui, a Castelnaudary.

Continua a leggere »

commenta »

Francia in bici / ruota a terra

10 agosto 2016

image

DA BAZIÈGE A CASTELNAUDARY – 59 km
Ristorati dalla giornata a chilometri zero trascorsa a Baziège (anche il malato si è miracolosamente ripreso), discendiamo dalle colline di girasoli e riprendiamo il canale. Mi sono mancati i suoi platani curvi che sembrano un abbraccio e le schegge di sole sull’acqua verde. È un paesaggio riposante che dà dipendenza. Continua a leggere »

commenta »

Francia in bici / incontri

8 agosto 2016

image

DA TOULOUSE A BEZIÈGE con deviazione sulle colline (43 km).
Il sesto giorno con 280 km nei polpacci e 30 gradi già di prima mattina, non si sfreccia gagliardi. Però il giro per Toulouse è piacevole, nonostante la colazione da Starbucks per far contenta la 12enne fanatica del genere (ma quanto è indegnamente caro!). Purtroppo riusciamo a dare solo un’occhiata di straforo alla chiesa dei Giacobini (lunedì chiuso), bellissima e simile all’abbazia di Moissac; da non perdere anche la cattedrale dedicata a San Saturnino, uno dei primissimi martiri cristiani, che rinfocola la passione dei miei figli per le truci storie dei santi con cui il papà, quand’erano piccoli, li intratteneva nelle gite per chiese; alla loro lista “splatter” mancava San Saturnino, ucciso trascinato sulla piazza da un toro. Continua a leggere »

1 commento »

Francia in bici / “sauf vélos”

7 agosto 2016

image

DA VERDUN SUR GARONNE A TOULOUSE (incluso giro per la città e visita alla Cité de l’Éspace) 50 km
Si parte da Verdun sur Garonne non prima di aver superato l’interrogazione di Viviane sul libro degli immigrati italiani in Francia; il marito con i suoi sorrisi gentili non mi può salvare, è in mezzo al campo a stendere montagne di lenzuola appena lavate. Salutiamo la coppia che ci fa riempire le borracce con la canna dell’acqua del giardino e si dice felice di aver ospitato, per la prima volta, una famiglia italiana. In effetti di italiani da queste parti non se ne vedono proprio, ed è un peccato perché è davvero una terra bellissima e per chi ama il cicloturismo le piste sul canale sono perfette.

Continua a leggere »

commenta »

Francia in bici / Donna lombarda nella campagna francese

6 agosto 2016

image

DA MOISSAC A VERDUN SUR GARONNE PASSANDO PER MONTAUBAN 75 km
Quarto giorno in bicicletta e molto dispiacere a lasciare Moissac e la chambre d’hôtes con giardino dove abbiamo passato un piacevole dopocena sull’amaca. Oggi c’è in programma una deviazione di 26 km dalla veloroute per visitare Montauban, città natale di Ingres. La pista per Montauban è sul canale della Tarn, era sterrata nel 2010, quando la guida prometteva che sarebbe stata asfaltata entro il 2011… ma è sterrata ancora adesso.

Continua a leggere »

commenta »

Francia in bici / l’abbazia che sembra arredata con carta da parati

5 agosto 2016

image

DA AGEN A MOISSAC 47 km
Il terzo giorno le gambe chiedono strada. È l’effetto del pedalare, i muscoli si scaldano, le endorfine entrano in circolo, vorresti non fermarti mai, correre tra i profumi della natura con la compagnia fedele dell’acqua del canale, la testa piena di pensieri, idee, parole, e nessuno a interromperli. Ma oggi vogliamo fermarci a Moissac dove si trova una bella abbazia, il percorso è un po’ più breve, per fortuna non meno pittoresco.

Continua a leggere »

commenta »