il cerchio della vita
Roddy Doyle La gita di mezzanotte

11 giugno 2012

Roddy Doyle La gita di mezzanotte (Salani, 2012, traduzione di Alessandro Peroni, € 11,00, pp. 158). Pochi scrittori come Roddy Doyle hanno il talento di saper parlare agli adolescenti. Del resto lui ha studiato: di questo libro ha scritto più versioni, facendosi correggere in corsa dai figli. La protagonista è una dodicenne, Mary, che vive a Dublino con due fratelli maggiori (Dominic e Kevin che si fanno chiamare Donno e Killer), e ha la nonna all’ospedale del Sacro Cuore, che trova orribile per quel nome (le fa pensare a «un enorme cuore sanguinolento con una stretta porta molliccia nella quale bisognava infilarsi, col sangue che gocciolava dal soffitto»).

La nonna è molto malata, ma è anche molto vispa e non vuole proprio morire. Nemmeno sua nipote è pronta, e non lo è neanche la figlia, cioè la mamma di Mary. Ma è la vita. Anzi: è il cerchio della vita. E il romanzo di Roddy Doyle, che è destinato ai ragazzi ma è una lettura piacevole e ricca anche per gli adulti, lo dice molto bene, anzi lo mette letteralmente in scena. Perché per aiutare nipote mamma e nonna ad affrontare la morte imminente, arriva niente meno che la bisnonna, che a causa di un’influenza morì lasciando la figlia molto piccola.

C’è un fantasma, dunque, in questa storia. Ci sono salti nella vita contadina degli anni Venti. E c’è un fantasma che si mescola alla realtà senza renderla irreale. Anzi, non c’è niente di più naturale della presenza della bisnonna Tansey, e tutto scorre con ironia in una vera e propria avventura di mezzanotte con tanto di fuga in macchina delle 4 donne (cioè 3 + 1 fantasma). Un’avventura che funge da passaggio del testimone e che insegna ad accogliere la morte nella vita con ironia, con sentimento intelligente, con sorrisi e qualche risata.

Roddy Doyle, poi, ha un modo speciale di far conoscere i personaggi. È come se muovesse una telecamera da un dettaglio a un altro, allargando a poco a poco dal particolare al generale, in un movimento in cui tutto diventa piccola sorpresa. Ma sto perdendo tempo a spiegare l’inspiegabile. Leggetelo, che vi piacerà.

Scritto da: Francesca Magni

Post letto 2279 volte

2 commenti a “il cerchio della vita
Roddy Doyle La gita di mezzanotte


Scrivi un commento



*




Segui questo link per ricevere nuovi post dal blog!