Paolo Nori Si chiama Francesca, questo romanzo

18 febbraio 2012

Paolo Nori Si chiama Francesca, questo romanzo (Marcos y Marcos € 14,50, pp. 218). Non è facile raccontare di cosa parla questo romanzo, come molto spesso accade con i libri di Paolo Nori. Volendoci provare direi che è la cronaca minuta di un pezzetto di vita di Learco Ferrari uno scrittore che campa traducendo dal russo manuali di istruzioni ed è reduce da un incidente che gli ha lasciato delle ustioni, e prima di questo ha avuto un periodo difficile in cui non voleva uscire dalla sua camera e passava il tempo a rileggere fumetti e a colarsi sulle mani la cera delle candele, e poi però accetta di andare a Roma a un convegno con degli scrittori e la sua vita ricomincia e c’è un’amica, ovviamente si chiama Francesca, e lui le racconta quello che ha imparato dai libri sufi che ha letto, per esempio che «è buona cosa se ci si ritrova misero a ogni momento e in ogni stato, se ci si vede incapace sia nell’ora della riuscita che in quella dell’impotenza» (p. 27), e Learco ha delle voci che stanno sulla sua testa e gli chiedono «Perché non scrivi un romanzo dove lo scrittore gioca con accostamenti generazionali molto ricercati e ben dosati a vestire ogni volta un sentimento che troppo spesso si dà per scontato di colori infiniti?».

Insomma, il romanzo è lo scorrere minuto delle ore e dei pensieri di quest’uomo che ovviamente non sono pensieri comuni e a volte scappa anche un po’ da ridere ma nel modo particolare in cui fa ridere Paolo Nori che non è solo ridere, è sorridere anche un po’ amaro ma non troppo. Learco è una specie di orso pieno di stranezze e fa molta simpatia. Il suo ragionare corre per le pagine e aggancia senza che si possa mollare, forse anche per quelle frasi lunghissime con poche virgole, le poche in posizioni strane, le posizioni del parlato più che dello scritto, e pochissimi punti e parole a cascata. Per capire meglio chi è Paolo Nori vi consiglio di seguire uno dei suoi reading dal vivo. I suoi pensieri fuori da ogni convenzione restano appiccicati in testa e dopo averli ascoltati e letti non se ne vanno più.

-

Scritto da: Francesca Magni

Post letto 790 volte
Tags: , ,

3 commenti a “Paolo Nori Si chiama Francesca, questo romanzo


Scrivi un commento



*


Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.



Segui questo link per ricevere nuovi post dal blog!