Arthur Golden Memorie di una geisha

30 dicembre 2011
Scritto da: Susy

Arthur Golden Mermorie di una Geisha (TeaDue, pp. 571)

Memorie di una Geisha è un viaggio in un mondo per certi versi affascinante, del quale si conosce molto poco e che, per noi donne occidentali moderne, può sembrare persino inconcepibile.
Eppure, leggendo la biografia di Sayuri ci si rende conto del fascino che queste donne esercitavano nel Giappone degli anni Trenta e Quaranta.
Il libro racconta la storia di una ragazzina (Chiyo) che viene strappata ai suoi genitori ancora in tenera età assieme alla sorella maggiore Satsu, vendute e portate a Kyoto, nel distretto di Gion.
Il destino delle due sorelle sarà molto differente: Satsu diventerà una prostituta mentre Chiyo, fisicamente molto più carina della sorella e con straordinari occhi grigi, verrà portata nell’Okiya Nitta.
Okiya è il nome in giapponese con il quale veniva indicata una casa per Geishe
Chiyo dovrà affrontare diverse disavventure. Prima di tutto la rivalità e la cattiveria di Hatsumomo, l’unica geisha dell’okiya all’arrivo di Chiyo.
Hatsumomo realizza subito il potenziale di quella ragazzina, riconosce le fasi, i passaggi che anche lei ha aveva superato prima di diventare apprendista e quindi geisha.
Il fatto di essere l’unica geisha dell’okiya le attribuisce un notevole potere: la geisha di fatto era l’unica che guadagnava soldi nell’okiya e che quindi manteneva tutte le persone che ne facevano parte.
Hatsumomo era crudele, vendicativa e non perdeva occasioni per mettere in cattiva luce la povera Chiyo, la quale, provenendo da un misero villaggio di pescatori, non pssedeva la malizia nè la preparazione per difendersi da simili attacchi.
Chiyo lavora come serva all’interno dell’okiya. Tenta la fuga dopo aver incontrato sua sorella Satsu ma viene scoperta. Quindi viene informata della morte dei suoi genitori e a quel punto capisce che non c’è posto al mondo, all’infuori dell’okiya, dove lei potrebbe rifugiarsi o al quale tornare
Inizia quindi una sorta di riflessione da parte della ragazzina circa il futuro che l’aspetta: diventare una ammirata geisha o restare per tutta la vita una squallida serva?
La sua vita prenderà una considerevole svolta allorchè, durante il suo consueto giro di commissioni, Chiyo incontrerà causalmente “Il Presidente”.
Un uomo che avrà un enorme peso nella sua vita. L’incontro con quest’uomo bello, elegante, importante cambia le prospettive di Chiyo. Ne resta affascinata e realizza che non potrebbe mai lei, povera inserviente di un’okiya, entrare in contatto con uomini di tale importanza ed eleganza se non diventando una geisha.
Quest’incontro pare segnare per Chiyo il punto zero: un nuovo inizio: Una delle più famose geishe di Gion, Mameha si propone come sorella maggiore di Chiyo.
Mameha le insegnerà l’arte di intrattenere gli uomin con la cerimonia de tè, la conversazione, la danza, la musica. Chiyo diventerà un’apprendista geisha con il nome di Sayuri-san e sarà destinata a diventare una delle più famose geishe di Kyoto nonostante le insidie dell’invidiosa Hatsumomo.
Poi arriva la guerra ed il panorama cambia totalmente. Le case da tè chiudono, Le geishe restano senza lavoro. Anche il destino di Sayuri subirà, ancora una volta, una svolta. Non voglio raccontarvi cosa accadrà durante e dopo la guerra a Sayuri.
Da questo libro è stato tratto un film che sicuramente ricorderete. E’ un libro affascinate perchè rivela particolari della vita delle geishe che nessuno conosceva e che, per certi versi, costituisce un segreto da non divulgare. Esiste un codice nel mondo giapponese delle geishe che impone la riservatezza.
Sul libro c’è scritto che la storia raccontata è frutto di invenzione. In realtà viene citata una nota geisha Mineko Iwasaki e la storia di Sayuri, altro non è se non la biografia di Mineko.
Si dice che Mineko Iwasaki abbia denunciato Arthur Golden per diffamazione e per aver violato il codice di riservatezza che vige tra le geishe.
Pare che Mineko Iwasaki abbia persino ricevuto minacce di morte per aver disonorato il codice delle geishe.

Post letto 198 volte
Tags: ,


Scrivi un commento



*




Segui questo link per ricevere nuovi post dal blog!