la santa fa miracoli in salotto
(Roberta Torre I baci mai dati)

10 agosto 2011

o

Roberta Torre, I baci mai dati (La Tartaruga, 2011, € 16,50, pp. 93). Ci sono due cose che cerco nei libri: il ritratto di un mondo da scoprire; e una “voce forte” che ti resta in mente anche quando smetti di leggere. Qui le ho trovate entrambe. Il mondo è Librino, quartiere periferico e avveniristico di Catania, dove si vive di fatiche e attesa di miracoli. La voce è quella di Manuela, 13 anni, che racconta la gente e la propria famiglia disastrata con l’arguzia degli adolescenti («Mia sorella è una scimmietta, di quelle che si tengono sulla spalla, tipo al circo. Perché sta sempre in equilibrio, sempre per i fatti suoi, sempre dispettosa e, se possibile, rompipalle» pag. 13).

La vicenda decolla quando scompare la testa della statua della Madonna, in piazza: Manuela la fa ritrovare e diventa “la santa”. Ovviamente tutto nasce da una bugia (bellissimo il momento in cui la verità si svela), ma la gente corre a chiederle miracoli. Davanti a lei, annoiata e un po’ inquieta nella veste di santa in mezzo al soggiorno, sfila un’umanità dolente e assetata di miracoli, di tutto chiede, questa gente “di fede”, e lo spaccato di popolo è toccante e tristissimo. Proprio come la famiglia di Manuela, la madre persa nei suoi sogni di seduzione, l’affetto non dato, il padre letteralmente pazzo di gelosia, la cena che non è mai pronta, Manuela che si difende da questo guscio rotto di famiglia con le fantasie fresche di una adolescente e con il motorino per correre a baciare Giuseppe sulla spiaggia. L’allegria della vita che sboccia contro le vite già cresciute storte.

Forse conoscete la storia – e il finale commovente ma non retorico – per averla vista al cinema, l’autrice è regista e il film, con Donatella Finocchiaro e Beppe Fiorello, è uscito ad aprile. A me il film è scappato, ma il libro è una cosa a sé e vale davvero la lettura: è un viaggio in una periferia e in un’umanità tipicamente italiane. Quando è finito ci si ripensa per giorni con piacere.

Scritto da: Francesca Magni

o

Post letto 211 volte
Tags: , , , , , , ,


Scrivi un commento



*




Segui questo link per ricevere nuovi post dal blog!