solidarietà diabolica
(Natsuo Kirino Le quattro casalinghe di Tokyo)

22 marzo 2011
Scritto da: Roberta Diliddo

Natsuo Kirino, Le quattro casalighe di Tokyo (Neri Pozza, 2010, traduzione di Lydia Origlia, € 14,00). Non ho saputo resistere alla copertina! C’era qualcosa di quella donna che m’incuriosiva, così esile, sembrava quasi vergognarsi di essere lì. Come se volesse sfilarsi da quello scatto. Il Giappone è un paese che mi ha sempre affascinato e così perché no? Ho accettato l’invito. Si comincia con la descrizione della vita di queste quattro casalinghe, che in realtà casalinghe non sono. La loro vita si svolge soprattutto di notte, con i ritmi che la fabbrica impone. E scatta subito la solidarietà. Non è facile in una società maschilista, che le considera solo se molto giovani e belle. I rapporti famigliari sono un disastro e la frustrazione è un sentimento costante. Mi sono chiesta come si potesse vivere così, ma molto presto qualcosa si rompe. Yaoyoi è una donna dolcissima, totalmente sottomessa a un marito che ha molto amato. Non sopporta più la pressione che la imprigiona a quell’esistenza. Non sognava certo un compagno assente, pronto a spendere ogni soldo guadagnato in bische e night club. Non era quello il sogno.  A lei restavano i due bambini da curare di 3 e 5 anni e il suo posto alla catena di montaggio. Uccide il suo amore, il suo sogno d’amore, ormai trasformato in un incubo. E da qui tutto cambia. Masako, una delle sue colleghe decide di aiutarla. Si deve far sparire il cadavere. Yoshie e Kuniko, le altre due compagne di lavoro, partecipano a questo disegno diabolico.
Questo è il principio della storia. A me ha appassionato moltissimo. Ci vuole poco a togliere la vita a una persona, ma non basta una vita per imparare a conviverci. Un momento di rabbia furente può essere la fine di un’esistenza normale. Fino all’ultima pagina ci sono colpi di scena, come si dice in questi casi niente è come sembra. Sono 652 pagine di continue sorprese.

Post letto 377 volte
Tags: , , , , ,

2 commenti a “solidarietà diabolica
(Natsuo Kirino Le quattro casalinghe di Tokyo)”


Scrivi un commento



*




Segui questo link per ricevere nuovi post dal blog!