i figli sono di chi gli vuole bene
(Antonella Boralevi Una vita in più)

9 gennaio 2011
Scritto da: Chiara Balzarotti

Antonella Boralevi – Una vita in più (Rizzoli, 2010, € 18,00).
-“Rendimi il bambino” dice lui.
La bambina scuote la testa.
“Tu non sei la madre” dice lui.
Lei fa cenno di no, lui vede che inghiotte saliva e si morde le labbra. Ma non è preparato a quello che sta per accadere. Di colpo, la bambina abbassa la testa, poi la solleva di scatto come un toro pronto alla carica. Gli pianta negli occhi uno sguardo da adulta.
Dice: “I figli sono di chi gli vuole bene”. – (pag. 282).
Eccoli i due protagonisti faccia a faccia: Ernesto e Lola. Un uomo solo di cinquantacinque anni, professore che vive delle sue abitudini, che è prigioniero della pochezza del suo mondo, nonostante sia un uomo colto. Una ragazzina di sedici anni, abbandonata, ha dovuto sempre lottare per vivere e mantenersi, eppure è una ragazza solare, espansiva che contagia gli altri con la sua voglia di vivere, nonostante non abbia passato troppo tempo sui libri. Infine c’è il piccolo Josè, un bambino nato da una inseminazione artificiale, un bambino rifiutato alla nascita dai genitori. Un bambino non è un giocattolo. Un bambino, prima di essere un figlio, chiede che gli sia dato tanto amore: in questo caso a imparare una bella lezione non è la ragazzina, ma il professore colto. Un romanzo coinvolgente e toccante, in cui cinque persone sole, scopriranno di non essere più così sole e impareranno ad amarsi.

Post letto 585 volte
Tags: , ,


Scrivi un commento



*




Segui questo link per ricevere nuovi post dal blog!