Emma Donoghue, Stanza letto armadio specchio (Mondadori) – Oggi ho cinque anni. Ieri sera quando sono andato a dormire dentro Armadio ne avevo quattro, ma adesso che mi sono svegliato su Letto, al buio, abracadabra: ne ho compiuti cinque. Prima ancora ne avevo tre, poi due, poi uno, poi zero. “Sono mai andato sotto zero”?. “Eh?” Ma’ si stiracchia tutta. “Lassù in Cielo avevo meno un anno, meno due, meno tre?”. “No, no, il conto è cominciato solo quando sei atterrato qui”. “Da Lucernario. Eri tanto triste fino a quando sono capitato nella tua pancia”

21 dicembre 2010

Emma Donoghue, Stanza letto armadio specchio (Mondadori) - Oggi ho cinque anni. Ieri sera quando sono andato a dormire dentro Armadio ne avevo quattro, ma adesso che mi sono svegliato su Letto, al buio, abracadabra: ne ho compiuti cinque. Prima ancora ne avevo tre, poi due, poi uno, poi zero. “Sono mai andato sotto zero”?. “Eh?” Ma’ si stiracchia tutta. “Lassù in Cielo avevo meno un anno, meno due, meno tre?”. “No, no, il conto è cominciato solo quando sei atterrato qui”. “Da Lucernario. Eri tanto triste fino a quando sono capitato nella tua pancia”

Post letto 381 volte


Scrivi un commento



*


Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.



Segui questo link per ricevere nuovi post dal blog!